RIPRESA DEGLI ALLENAMENTI....IN MEZZO ALL'ACQUA ALTA

ANONIMO VENEZIANO

Lo sai anche tu,
i nostri sogni
non hanno radici
nel cratere ingordo del tempo:
la vita è un cerchio di sabbia
sul corpo eterno della sfinge.
La sirena dell'acqua alta
stanotte ha ululato
la sua peste nera
e questo ormai
è il vizio di sempre:
la porta è aperta
ma non si può fuggire.
Adesso non gridare
con il guardiano del faro
nel cotone del sonno:
non siamo più
audaci naviganti
e abbiamo il terrore
dei pesci nelle reti.
Lo sai anche tu,
le vele bianche
non cancellano
il male di vivere:
moriamo un poco
ogni giorno,
senza appelli
e senza frontiere.
Venezia,
moriamo un poco
ogni giorno.
E le Stelle
stanno a guardare.

Stefania Sernicola (mia moglie)
Posta un commento