GoPro HERO 4 SESSION


Come probabilmente avete intuito visualizzando il post precedente, ho soddisfatto un mio piccolo desiderio, (cosa che è giusto fare ogni tanto), e ho acquistato la mitica GoPro. 
La mia scelta è ricaduta sul modello Hero 4 session. 
Diverse sono le ragioni che mi hanno indotto a preferire questo modello alle sue consorelle.
Innanzitutto le sue dimensioni e la sua leggerezza. Come si vede dalla foto è' un cubetto di soli 3,5 cm e dal peso di 74 grammi.  Ho pensato quindi che potesse essere agevole in uno sport come la corsa, dove anche un grammo in più si fa sentire. 
Altra importante particolarità è il fatto di essere subacquea e senza la necessità di un case stagno esterno come altri modelli, mantenendo la sua alta qualità fino a 10 metri di profondità. 
E' semplicissima da usare. Ha un pulsante per registrare e lo stesso pulsante per spegnerla.
Ultimo particolare importante è il prezzo. Ora costa solo 219 euro.
Il video che ho pubblicato è un video di prova. Sto imparando ad usarla e soprattutto ad elaborare i video con l'utilizzo di un software. Non è comunque finita qui. Ora mi sto documentando su quali accessori conviene comperare. Ma di questo ne parleremo in un prossimo post.


Drio e Rive Meolo - Valio

Si è svolta oggi la ventitresima edizione della corsa Drio e Rive Meolo - Valio a San Biagio di Callalta (TV). 
Si tratta di una non competitiva di 19 km (circa) con partenza da Cavriè (frazione di San Biagio di Callalta) che si snoda lungo un percorso che costeggia due fiumiciattoli: il Meolo e il Valio da cui appunto trae il nome. Lo splendido sole e il cielo particolarmente terso aiutavano a far dimenticare i meno due gradi che il termometro segnava alla partenza.
La prima cosa che mi ha sorpreso è stata la presenza di un numero elevato di runners; il contemporaneo svolgersi della Montefortiana, infatti, mi aveva fatto prevedere il contrario.
Il percorso era, come al solito, a tratti sterrato e a tratti asfaltato; uno sterrarto particolarmente pesante (almeno per le mie povere gambe abituate all'asfalto veneziano) e con la presenza di molta brina dovuta alle basse temperature, che risultava alle volte scivolosa. Sostanzialmente rimasto invariato il mio passo 5:14; sinceramente speravo un po' meglio: mi auguro di migliorare prima dell'appuntamento a Verona per il 14 febbraio. 


 
 

 




Due non competitive in vista della mezza maratona di Verona

Dopo circa un mesetto di riposo dovuto solo a pigrizia (lo confesso), ho ripreso con gli allenamenti in vista della partecipazione alla Giulietta e Romeo Half Marathon del 14 febbraio.
Due le non competitive alle quali ho partecipato in questi giorni: 
- Salzano, 6 gennaio "Corri con la Befana"
 
Tradizionale corsa della befana che si svolge nel territorio attorno al Comune di Salzano. Dopo essermi iscritto e ritirato il pacco gara con un simpaticissimo e colorato buff in omaggio, ho raggiungo i nastri di partenza. Ad alleviare il freddo pungente della mattinata, un episodio che ha riscaldato il cuore: la partenza dei bambini un paio di minuti prima della nostra. In quel momento ho pensato proprio che mi piacerebbe un giorno vedere anche i miei cimentarsi in una garetta (e chissà che riescano ad avere risultati migliori del padre!).
Tre i percorsi a nostra disposizione 6 km, 13 km e 19 km. La scelta è ricaduta su quello da 19; scelta probabilmente un po' azzardata dato il periodo di riposo natalizio appena trascorso. Come al solito però, l'aver fatto un viaggio in macchina per raggiungere la località di partenza per poi fare solo 6 o 12 km, mi ha spinto a scegliere il percorso più lungo. 
Il percorso era prevalentemente asfaltato e comunque ben segnalato. 1h e 37 tempo finale con un passo medio di 5:22.
Ah, quasi dimenticavo un particolare significativo: il ristoro finale particolarmente abbondante con polenta e soppressa.


- Maerne, 10 gennaio "Marcia della Lucciolata":   

 
Anche questa domenica sono riuscito a partecipare ad una non competitiva "in campagna" come amiamo definire noi veneziani tutto ciò che sta al di là del ponte della Libertà. In programma c'era la Marcia della Lucciolata, una simpatica non competitiva che si svolge nel territorio di Maerne di Martellago e alla quale avevo già partecipato due anni fa.
Partenza ore 9.00 in una mattinata particolarmente umida e nebbiosa insieme agli amici di sempre. Percorso prevalentemente sterrato che, a causa delle abbondanti piogge del giorno prima, si presentava in alcuni punti fangoso e con qualche pozzanghera.

Purtroppo non sono molto abituato a correre sullo sterrato ed infatti, quando ricominciava l'asfalto, la velocità aumentava di brutto. Segno quindi che (almeno per me) lo sterrato è più faticoso. Nonostante tutto tempo finale 1h 47 con un passo medio 5:13. Tutto sommato sono soddisfatto anche se sinceramente spero, per il 14 febbraio, di migliorare un altro po'.



 



PERCORSI RUNNING A VENEZIA. N° 2 - RUNNING ROUTES IN VENICE. N° 2

Il percorso che vi illustrerò ora è di circa 8 km.
Ecco qui una panoramica.

A differenza del percorso n° 1, questa volta si attraversa una parte del centro storico di Venezia; pertanto è consigliabile effettuarlo alla mattina presto (prima delle 7), altrimenti in alcuni punti potete trovare un sacco di persone che vi intralciano il passaggio. Tenete presente che qui troverete gli immancabili ponti.
Si parte da San Basilio e si percorre la fondamenta delle Zattere fino alla Chiesa dei Gesuati. Vi segnalo subito, a pochi metri dalla partenza, la presenza di una fontana, segnalata nella foto qui sotto a sinistra con la freccia nera e che potete vedere nella foto a destra.
zattere fontana

Una volta arrivati alla Chiesa dei Gesuati, si gira subito a sinistra e si percorre il viale fino al Ponte dell'Accademia. Attraversate il ponte e, una volta arrivati in Campo Santo Stefano, si prende la calle che si trova nella parte destra del campo. Per orientarvi fate riferimento alle tende bianche di un bar che si vedono anche nella foto qui sotto (il Garmin mi ha segnalato due strade, ma in realtà è sempre la stessa sia all'andata che al ritorno).

Una volta imboccata quella calle fate un percorso obbligato che attraversando campo San Maurizio, vi porta fino a via XXII Marzo. 
Una volta terminata via XXII Marzo, siete praticamente giunti in Piazza San Marco.
Da qui, si prende la Riva Schiavoni e la si percorre tutta fino ad arrivare a Sant' Elena.



Vi segnalo la presenza di un'altra fontana situata all'altezza dei Giardini, poco prima di sant'Elena.
Ecco qui sotto a sinistra la mappa con la fontana indicata con la freccia nera e la foto della fontana a destra.

s elena fontane

Sant' Elena è la punta estrema di Venezia con una bella pineta (vedi foto a sinistra) lungo la laguna; proprio in mezzo ai pini,  trovate anche una piccola zona con attrezzi ginnici (vedi foto a destra)

pineta attrezzi


Facciamo il giro di tutta l'isola di Sant'Elena e imbocchiamo questo vialone che ci riporta verso i Giardini e ripercorriamo così la strada per il ritorno.


Spero vi sia stato utile e se avete bisogno di chiarimenti potete scrivermi un e mail  e vi risponderò subito. Se posso sarò anche felice di accompagnarvi (ovviamente gratis).

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


This running route is about 8 km (4,97 miles)
Here is an overview.


This running route through a side of historical center of Venice, so I suggest you to go in the early morning (before 7 am). If you go later you can meet a lot of people that obstruct your passage.
We leave from San Basilio and we arrive to Gesuati' s church. After some meters there is a fountain.

zattere fontana
 
 At the church, we turn immediately on the left and we run to the Accademia bridge. We cross the bridge and we arrive to campo San Stefano. When we are in Campo San Stefano you take the calle on your right, near of white tent of a bar.


You cross Campo San Maurizio and you arrive in Via XXII Marzo.   
At the end of Via XXII Marzo you arrive in San Marco Square.
From San Marco square you take Riva Schiavoni to Sant'Elena




When you arrive in Giardini, before S. Elena,  you can find another fountain.
In the picture below the fountain is indicated by the black harrow and in the right picture you can see it.


s elena fontane

Sant' Elena is the tip of the city and there is a beautiful pinewood (you can see it below in the left picture) along the lagoon; there is a little fitness zone that is positioned along the lagoon (picture below on the right)
pineta attrezzi

We turn around S. Elena and we take this street so we come back to Giardini and we come back to the same road.
I hope I have helped you and if you need more information you can write me an e mail I'll answer very soon and if it's possible I can take you (obviously free).