FORZA E ONORE.......VERSO ROMA


Manca poco allla trasferta di Roma e, come immagino sia per gli altri 16.000 atleti che si cimenteranno in quest'impresa, sono impegnato con gli ultimi allenamenti. 
Domenica scorsa, come consigliano gli esperti, era la volta dell' ultimo lungo; da obbediente maratoneta ho quindi percorso i miei bravi 32 km.
Era una giornata gradevolissima al punto che mi sono vestito abbastanza leggero ma nonostante tutto avevo caldo. Sarebbe stato proprio da maniche corte; spero che a Roma non sia tanto caldo, perchè col caldo le mie prestazioni peggiorano (sono già scarse, figuriamoci!).
Il fastidio all'anca destra fortunatamente non mi impone di rallentare. Speriamo stia lì tranquillo fino a Roma anche se, dopo la Maratona,  ho già in mente di farmi visitare. Vediamo cosa mi dicono: spero proprio di non dover appendere le scarpe al chiodo!
Il tempo rispetto a Firenze è migliorato ma di poco, solo due minuti (32 km in 2.51). Contando che a Roma, stando a quanto ho letto, ci sono diversi saliscendi (ma proprio in cima a sette colli la dovevano fondare!!), sampietrini vari ecc, mi sa che dovrò accontentarmi di fare lo stesso tempo di Firenze. 
Fin qui vi ho dato le notizie tecniche e fisiche. Moralmente sono abbastanza scatenato (guardate il video in testa al post). Sarà perchè il numero degli atleti supera di gran lunga quello delle altre maratone (per lo meno quelle che ho fatto finora e cioè Venezia e Firenze), sarà perchè corro nella capitale, sarà l'ombra dell' imponente Colosseo: mi sento come uno che sta per affrontare un'impresa storica e irripetibile (forse ha ragione mia moglie, oltre all'anca devo farmi visitare anche il cervello!!).
Posta un commento