ALTRA PAUSA: STRAPPO AL POLPACCIO

Mi accorgo solo adesso, guardando la data dell'ultimo post, che sono già 4 mesi che non scrivo qualcosa.
Il motivo è semplice. Il 12 gennaio, mentre stavo facendo un test di 3 km presso la Società Sportiva dove mi ero appena iscritto, ho sentito una specie di crampo al polpaccio destro. Memore delle "avventure" passate, mi sono fermato subito poi, sentendo che il dolore non passava, appena arrivato a casa ho preso subito appuntamento dal fisioterapista. Verdetto: strappo al polpaccio.
Bel modo per inaugurare l'iscrizione ad una Società sportiva! Pensavo si trattasse di una stupidaggine, specie se messa a confronto con quello che avevo passato l'estate prima, quindi l'ho sottovalutata. Invece sono stato costretto ad altri due mesi e mezzo di riposo forzato. Ho fatto un po' di tecarterapia, massaggi e oggi la terza ecografia. L'esito dice che ora - finalmente! - lo strappo si è cicatrizzato del tutto, così sono più tranquillo e pronto per ricominciare.
Certo questo blog sembra più "E.R medici in prima linea" che un resoconto sportivo, ma anche questo fa parte dello sport: è la parte meno gradita, certo, ma anche la più diffusa. I miei  bollettini sportivi servono per dire a chi vive questa sgradevole avventura che, prima o poi, passa tutto e si può ricominiciare.



 

Posta un commento