CORRIMESTRE 2013




Domenica 28 aprile sono riuscito finalmente a riunire tutta la famiglia al Parco di San Giuliano per una sorta di "claque" privata alla "Corrimestre" di 10 km. 
Sono ormai 4 anni circa che corro e solo poche volte sono riuscito ad avere i miei famigliari tra il pubblico. O per il brutto tempo o per la lontananza o perchè i bambini stanno male: insomma c'è sempre stata una sorta di nuvoletta di Fantozzi a perseguitarmi!
Va detto che questo era un "running day" durato un'intera giornata: non c'era solo la competitiva a cui ho partecipato io, ma un vero e proprio ventaglio di possibilità in cui ognuno, dai bambini più piccoli agli anziani ancora arzilli poteva provare l'ebrezza dell'atletica leggera.
Complice una splendida giornata di sole ed un inaspettato caldo, hanno trasformato il Parco di San Giuliano, noto campo di battaglia per i runners della zona, in un'area tutta da vivere all'insegna dello sport.
I miei tempi non sono stati degni della "claque" che, alla curva di svincolo, urlava a squarciagola il mio nome; avevo anche una fotografa ufficiale solo per me (mia moglie) che mi ha ritratto dall'inizio della gara in cui ero presentabile alla conclusione col viso "desfà".
L'errore è stato partire troppo velocemente (ovviamente rispetto alle mie possibilità attuali!), infatti a circa metà gara ho iniziato a sbuffare come una locomotiva a vapore. 
Alla fine della gara, stremato ma applaudito per la mia scarsa impresa dal mio pubblico decisamente di parte, ho dimenticato di guardare il timer del tempo (la voce della coscienza?); quindi, alla domanda di mia moglie "come è andata?" non ho saputo rispondere. Quindi siamo andati a vedere la classifica esposta vicino all'arrivo. Eleonora, con totale noncuranza verso il rispetto che si deve ad un padre, mi ha allora suggerito candidamente di cercare il mio nome partendo dall'ultimo classificato "per fare prima". Federico, invece, nella  candida innocenza dei suoi quattro anni, ha difeso il suo papà dicendo che era il più forte di tutti (lui si che mi apprezza).
Il tempo finale è stato di 51 minuti: utile per capire che, domenica prossima, alla mezza maratona di Trieste, dovrò centellinare le mie energie senza strafare all'inzio. Spero che la società "Pettinelli" (con la quale oggi facevo il mio esordio ufficiale) non mi cancelli d'ufficio ...
E' stata comunque una bella giornata, anche grazie agli amici runners di Venezia che ci hanno tenuto compagnia, Gabriele e Urbano; con loro c'era anche Daniela (moglie di Urbano) che non appartiene alla categoria runner come mia moglie: forse per questo entrambe si sono divertite a raccontarsi gustosi aneddoti sui rispettivi mariti "schizzati"!!!


Posta un commento