MARCIA DEE VIOLE - ANNONE VENETO

Io (a sx), Urbano (centro) e Max (dx)
Dopo una settimana passata a letto con l'influenza gastrointestinale, domenica sono ritornato in pista per una non competititva di 20 km. 
Siamo partiti in tre da Venezia: io, Urbano e Max (eccoci sopra nella foto); insieme abbiamo raggiunto Annone Veneto dove si svolgeva una tapasciata trovata per caso, spulciando sul sito di calendariopodismoveneto. 
A dire il vero siamo stati indecisi fino all'ultimo se recarci qui o a Susegana per la mezza dei Castelli; a farci optare per questa marcia sono state le voci sempre più insistenti che decrivevano la gara di Susegana caratterizzata dalla presenza di molto fango lungo il percorso. Non che avevamo paura di sporcarci le scarpe, ma sia io che Max eravamo reduci da un influenza; meglio quindi per questa domenica tenerci calmi e non fare pazzie.
La decisione è stata proprio azzeccata. Complice una favolosa giornata di sole, con clima asciutto e temperatura primaverile, abbiamo corso lungo interminabili stradine di campagna, senza l'ombra di una macchina;  il percorso era ben segnato e i ristori organizzati bene. Le opzioni erano tre: 5km, 10 km e 20 km.

Ecco dove ho corso.
Ero partito con l'idea di fare il percorso da 10 ma, data la giornata e il paesaggio circostante, non ho avuto dubbi di cambiare idea all'ultimo momento e di optare per quello da 20 salvo scoprire poi, e non ho capito per quale ragione, che era solo di 17 km; non ha importanza ovviamente, anzi non posso che complimentarmi con l'organizzazione sia per averci dato ospitalità nel tenere le borse durante la gara, sia per la squisita pasta e fagioli che abbiamo trovato nel ristoro finale.
Passo medio tenuto nella gara 5:18. Non avevo grandi pretese data la convalescenza e quindi sono contento, anche perchè rappresenta un valido allenamento in vista della Maratonina dei Dogi del 06 aprile.     
Posta un commento